Shipping, Logistica e Trasporto Intermodale

Russia, vecchio aereo si schianta contro una montagna: 28 morti

Un aereo AN-26, di fabbricazione sovietica, si è schiantato con 28 persone a bordo nella remota penisola della Kamchatka, nell'estremo oriente russo. Le cause della tragedia non sono ancora chiare ma, dalle prime ricostruzioni, sembra che il velivolo abbia colpito una formazione rocciosa nel corso delle manovre di atterraggio, rese difficoltose dalla bassa visibilità e dal vento contrario. Ad ogni modo, si tratta dell'ennesimo incidente capitato a un AN-26, aereo prodotto dal 1969 al 1986 e molto diffuso nelle aree più sperdute della Russia.
Il governatore della Kamchatka, vasta penisola popolare per la sua abbondante fauna selvatica e vulcani attivi, ha detto che le squadre di ricerca hanno trovato parti della fusoliera lungo la costa e nel mare di Okhotsk. «La catastrofe è avvenuta durante l'approccio per l'atterraggio», ha detto Vladimir Solodov in un video pubblicato sul sito dell'amministrazione. L'agenzia dell'aviazione russa ha detto che i detriti dell'aereo sono stati trovati alle 21:06, ora locale. La ricerca dei
sopravvissuti è stata sospesa a causa dell'oscurità ma le speranze di trovare qualcuno ancora in vita sono quasi pari a zero. L'AN-26 stava volando dalla principale città della Kamchatka, Petropavlovsk-Kamchatsky, alla città costiera di Palana quando è scomparso alle 14:40. I controllori di volo hanno detto che le comunicazione si sono interrotte a 9 chilometri dall'aeroporto di Palana e 10 minuti prima del suo orario di atterraggio previsto.